Tu sei qui: Home / ANTARTIDE / Elementi di base / calotta

calotta

La calotta glaciale antartica, con un volume stimato attorno ai 30 milioni di km cubici, rappresenta il 91% dei ghiacci della Terra e allo stesso tempo il 68% delle riserve globali di acqua dolce. La superficie è di circa 13 milioni di km quadrati.  La calotta poggia su un basamento roccioso che in certe zone è al di sopra e in certe zone al di sotto del livello del mare.

Lo spessore del ghiaccio è in media di 2400 metri, ma in alcuni punti arriva fino a 4700 metri. La calotta scivola con un movimento radiale in tutte le direzioni che portano verso l’oceano, con velocità che vanno da meno di 1 metro/anno per i ghiacciai dell'interno fino a 2000 metri/anno per i fronti dei ghiacciai vicini alla costa.
In prossimità delle coste la coltre di ghiaccio diventa più sottile e si estende sull'oceano per 1,4 milioni di km quadrati sotto forma di piattaforme di ghiaccio parzialmente fluttuanti, spesse anche centinaia di metri.
Lo zoccolo di ghiaccio che galleggia sul mare mostra un fronte verticale alto alcune decine di metri. Visto dal mare si presenta come una barriera e con tale nome viene anche indicato (ad esempio Barriera di Ross).
Da queste piattaforme hanno origine gli iceberg tabulari, enormi isole di ghiaccio che navigano nelle acque antartiche con una velocità di spostamento di alcuni chilometri al giorno. La loro superficie raggiunge spesso decine di chilometri quadrati. L'altezza della parte emersa può essere di una trentina di metri, ma la parte immersa (circa 8/10 del totale e dipendente dalla densità dell’acqua) può raggiungere profondità di 200-300 metri.