Tu sei qui: Home / SCIENZA / Il sole e le sue radiazioni

Il sole e le sue radiazioni

Gli osservatori installati sul continente antarti­co sono particolarmente adatti allo studio del­le interazioni elettromagnetiche tra il Sole e la Terra. In occasione delle tempeste solari si verificano fenomeni spettacolari come le aurore ma anche indesiderabili quali i disturbi nelle radiotra­smissioni.

Infatti, poiché le cariche elettriche si muovono di preferenza lungo le linee di forza del campo magnetico terrestre, e tali linee si addensano nelle aree polari, avviene che sia le particelle lanciate dal Sole sia quelle generate per  urto in alta quota vengano convogliate in direzione nord o sud e concentrate sulle aree polari.

Le aurore sono dovute alla fluorescenza dei gas in alta quota. Lo studio di queste  manifestazioni  si avvale di altre scienze, come ad esempio la fisica dei plasmi, gas altamente ionizzati che per le loro caratteristiche peculiari sono detti costituire il quarto stato della materia.

Un altro fenomeno, di cui si è parlato  spesso  e che va sotto il nome di buco dell'ozono, è anch'esso legato alle radiazioni, in parte raggi X, che provengono dal Sole e ai loro effetti sulle molecole dei gas in alta atmosfera. Oggi, che la catena di reazioni chimiche impli­cate sembra chiarita e che i gas ritenuti respon­sabili del fenomeno sono stati messi al bando, il buco dell'ozono permane come fenomeno stagionale ma sotto controllo.

Infine lo studio del Sole, e soprattutto delle sue oscillazioni, è favorito alle latitudini polari dal fatto che qui il Sole può essere osservato per molti giorni consecutivi senza le interruzioni dovute  al ciclo giorno-notte.